4-web Crea il tuo sito facilmente

La tua presenza online è fondamentale. Crea il tuo sito, e-commerce, facilmente con uno strumento estremamente innovativo e facile da utilizzare.

www.4-web.it

Perché parliamo di arte del Cosplay? Il Cosplay può essere definita anche una passione, un'attività ludica e non, un gioco di ruolo e chi più ne ha più ne metta! 

JUNKO12A noi piace definirla un'arte perché per fare il cosplayer come si deve non puoi semplicemente acquistare gli abiti dei tuoi personaggi preferiti in qualche shop online di costumi! Un cosplayers a 360° realizza autonomamente i suoi costumi, riproducendo fedelmente quello del suo personaggio preferito o addirittura applicando qualche modifica artistica al disegno originale.

Quindi, forse non al pari di uno stilista "tradizionale", il cosplayer deve essere in grado di disegnare e realizzare i propri costumi.
La cosa non è per nulla semplice! Riprodurre, disegnare, tagliare, cucire e rammendare non è proprio un gioco da ragazzi e molti tra di noi non saprebbero nemmeno da che parte incominciare.
Solo pensare di disegnare un abito su un pezzo di carta per molti di noi è un compito "impossibile".
Ecco quindi perché la definiamo l'arte del cosplay!!
Che se ne dica su internet o sulle riviste patinate il cosplay, a nostro parere, non è un invenzione americana o giapponese.
Forse faremo arrabbiare qualcuno ma potremmo anche affermare che è un evoluzione del carnevale.
Premettiamo e sottolineiamo che sono due cose molto differenti ma con un minimo comune denominatore. Il travestimento.
Cenni storici del carnevale risalgono ad epoche greche e romane quindi il travestimento non è proprio cosa nuova!
Ma torniamo al cosplay. Sicuramente tutt'altra cosa del carnevale, ne siamo consapevoli, ma altrettanto gioioso e allegro.
Il cosplay ci piace tanto, tantissimo e per capire meglio tutte le sfaccettature di questa, a nostro avviso lo ribadiamo arte ne abbiamo parlato con deiversi cospayers di livello anche internazionale.
Tra tutti gli intervistati ci sono piaciute le risposte dateci da YURIKO TIGER, la cosplayer italiana, professionale dal Sol Levante, colei che ci ha realmente fatto entrare in questo mondo così FANTASTICO.

Intervista per intero fatta a Yuriko Tiger e qualche suo riferimento

OTO 9505 1 1fubenCosa è per te il cosplay? come lo vedono gli altri?
Per me il cosplay è una grande passione ma anche un lavoro.
Faccio cosplay da 10 anni e ho capito che per me è una cosa molto importante.
Sia per l'amore del personaggio che uno interpreta, per il divertimento ma anche professionalmente parlando. Grazie ad esso ho potuto recitare in un telefilm, fare esperienza come modella e presentatrice.
Se per gli altri intendiamo i miei genitori, non sono contrari anzi mi supportano.
Se intendiamo la società forse non è ancora del tutto accettato, ci sono persone che interpretano differentemente questa arte. Come un semplice sfogo, fanatismo, fantasia sessuale, business.. ect.
Però penso che pian piano stia quasi diventando di moda.

Cosa fai nella vita?
Lavoro e vivo in Giappone come persona dello spettacolo presso a un'agenzia privata chiamata TWIN PLANET. Lavoro come modella cosplayer per diverse ditte dalle parrucche, costumi a videogiochi come la Bandai Namco. Ho un mio programma su una web TV da quasi un anno e tutto in giapponese.

Il cosplay potrebbe essere un lavoro?
Si ma lo devi collegare anche ad altre cose o essere supportata inizialmente secondo me.
Dipende anche dove lo vuoi fare. In Giappone esistono vari negozi e opportunità di lavorare come cosplayer Harley QuinnEnoshima Junkoanche se nel mio caso è un po' diverso.

Quali sono i tuoi personaggio preferiti?
Enoshima Junko da Danganronpa
Harley Quinn da Suicide Squad
che stranamente sono due pazze.

Come ti è nata la passione per il cosplay?
Guardando e leggendo manga/anime.

2AYuri1Glitch modhai partecipato ad eventi all'estero? c'è molta differenza tra l'estero e l'italia?
Ho partecipato in Giappone e in Malesia.
Sopratutto in Giappone direi che c'è tantissima differenza, specialmente nella mentalità dei cosplayer.
Solitamente gli eventi sembrano semplici raduni o free market con un'aerea o parco dedicato ai cosplayer dove stanno li a farsi foto tutto il giorno.
Per andare in cosplay è obbligatorio utilizzare e pagare un camerino e cambiarsi un'ora prima alla fine dell'evento che solitamente hanno ore molto più corte come dalle 10 alle 16.
Non ci sono quasi mai altre attività.
In Italia o anche in malesia si parla proprio di un evento fieristico con gara, attività sul palco ed esterno e molta libertà.

Quali consigli daresti a chi vuole iniziare a fare cosplay?
Di scegliere un personaggio che gli piace davvero.
Sia perchè come divertimento è diverso, risulti anche onesta nella scelta.
Cosplay non è mettersi solo un costume addosso ma anche interpretazione secondo me.
Ma soprattutto divertirsi al massimo!
Ormai su google e youtube ci sono mille tutorial dal make-up a come fare una parrucca, non prendere paura e provaci!

Cosa non ti piace di questo mondo?
La community che si crea. Molto bigotta e acida per nulla.

Se vuoi conoscere meglio Yuriko Tiger seguila sui suoi social.

Pagina Facebook
https://facebook.com/yurikotiger
Instagram
https://instagram.com/yurikotiger
Youtube
https://youtube.com/yurikotiger
Twitter
https://twitter.com/YURIKOTIGER

Sito ufficiale:
yurikotiger.jp


Grazie e ancora grazie a Yiuriko e speriamo che anche le aziende italiane inizino ad avvicinarsi al mondo del cosplay per le loro campagne di comunicazione e marketing. Infatti come ha affermato il responsabile della CitConsult, ditta di comunicazione e marketing digitale, che ha evidenziato l'anzianità di alcuni messaggi proposti in tv da società di marketing italiane affermando che:" Spesso in TV si vedono spot scandalosi che richiamano un target giurassico e tralasciano tipi di consumatori in crescita, come quello dei nerd (la nuova forza del futuro), alle società straniere più scafate e capaci! Basti ricordare qualche spot di patatine fritte, o di qualche "cibo da compagnia", consumato molto spesso davanti ad un computer, ad un film o ad una console per videogiochi, proprio da un target che non viene attratto da determinati messaggi pubblicitari e spesso dimenticato."

Il concetto è stato estrapolato da un articolo più complesso ma è sicuramente condivisibile visto che il target dei nerd o amanti del cosplay non trova il favore della pubblicità italiana in generale.

Speriamo che le cose cambino e chissà magari vedremo, prima o poi, dei cosplayer affiancati ai famosi nanetti anche nelle pubblicità della Loacker :-) 

Alla prossima.

Altre foto e commenti sul Blog Modelle Italia (in preparazione)

Sempre con Voi

ModelleItalia.com è un bel portale completo, innovativo e sicuro. Anche se abbiamo cercato di renderlo più usabile possibile siamo consapevoli che qualche volte è necessario un supporto. 

Siamo quindi a vostra completa disposizione e non esitate a contattarci per qualunque informazione o necessità.

Contattaci

Sponsor

Chi Siamo?

Modelle Italia è un marchio registrato a livello europeo. Lo scopo principale di ModelleItalia® è di creare un'unica posizione dove si trovano le migliori e più affidabili modelle italiane professioniste e/o emergenti assieme a fotografi professionisti e amatoriali. Modelle che fanno della loro professionalità e affidabilità aggettivi importanti del loro essere professionale lo denotano l’assenza di controversie tra modelle e “datore di lavoro”.

Di più

Ultimi Tweets

ModelleItalia® è un marchio registrato a livello europeo. Ogni copia o utilizzo del marchio senza specifica autorizzazione sarà perseguito a norma di legge.ModelleItalia  (CitImage) dipartimento per l'immagine di CitConsult | Via Torino 86 | 39100 Bolzano | www.cit-consult.it | PI IT-02374440218 | REA: BZ -0129958 || Alcune foto presenti su Modelleitalia.it e portali associati sono prese da internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se il soggetto o gli autori dovessero avere qualcosa in contrario alla pubblicazione, basta segnalarlo alla redazione, tramite il modulo [contatto]